19 Febbraio 2007

Il Centro culturale Paolo VI ha l’onore di ospitare a Como Luigi Padovese, dal 2004 vescovo in Turchia, Paese che conosce bene anche per i suoi studi e per i numerosi convegni organizzati nella terra di san Paolo.
A partire dalla sua esperienza, mons. Padovese tratteggia la situazione dei cristiani in Medio Oriente, soffermandosi in particolare sulla Penisola anatolica e sulla possibilità, come recita il titolo dell’incontro, che divenga un “Ponte” tra Cristianesimo e Islam.

«Il coraggio di aprirsi all’ampiezza della ragione…
È a questa vastità della ragione
che invitiamo nel dialogo delle culture i nostri interlocutori.
Ritrovarla noi stessi sempre di nuovo, è il grande compito».
Benedetto XVI

____________

Luigi Padovese, nato a Milano nel 1947, religioso cappuccino, è dal 2004 vescovo dell’Anatolia, un territorio molto vasto (i tre quinti dell’intera Turchia) in cui vivono circa tremila cattolici.
In quella diocesi, il 5 febbraio 2006, veniva ucciso Don Andrea Santoro, il sacerdote italiano assassinato mentre pregava nella sua chiesa di Trabzon.
È professore ordinario di patristica all’Istituto Francescano di Spiritualità del Pontificio Ateneo “Antonianum”, dove è stato preside, e alla Pontificia Università Gregoriana.
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Turchia. I luoghi delle origini cristiane, Piemme 1987; Il problema della politica nelle prime comunità cristiane, Piemme 1998; Lo scandalo della croce. La polemica anticristiana nei primi secoli, Dehoniane 2004; La Chiesa che ti è affidata. La missione pastorale in un mondo che cambia, Dehoniane 2005.

Coordinate incontro

Titolo
  Turchia oggi: “ponte” tra Cristianesimo ed Islam?
Data  lunedì 19 febbraio 2007, ore 21
Sede
  Sala Scacchi Camera di Commercio di Como
Relatore  Luigi Padovese, amministratore apostolico di Anatolia
Moderatore  Robi Ronza, giornalista e scrittore, esperto di affari internazionali
Ente organizzatore  Centro culturale Paolo VI
Ente in collaborazione Ufficio pastorale della diocesi di Como

Condividi:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *